Bonus alberghi e agriturismi 2018, tutti gli incentivi per la riqualificazione

Evonat ha al proprio interno le professionalità per seguire dalla A alla Z ogni passaggio della riqualificazione, compresa la componente di studio delle varie opportunità finanziarie e la cura diretta di tutti gli adempimenti burocratici necessari per accedere alle agevolazioni.

Risparmiare si può:
basta conoscere tutte le opportunità.

Evonat può consentire alla tua impresa di utilizzare in modo ottimale le varie misure agevolative esistenti, affinché l’opera di riqualificazione possa raggiungere gli standard qualitativi più evoluti.

ecco cosa puoi ottenere
CREDITO D’IMPOSTA (TAX CREDIT)
PER RIQUALIFICAZIONE E ACCESSIBILITÀ

Il credito di imposta per la riqualificazione e l’accessibilità delle strutture alberghiere, attività di agriturismo e centri termali, esistenti alla data del 1° gennaio 2012, è un’agevolazione fiscale emanata dal MiBACT utilizzabile per i seguenti interventi:

  • manutenzione straordinaria, restauro e/o ristrutturazione edilizia
  • eliminazione delle barriere architettoniche
  • incremento dell’efficienza energetica, in particolare:
    • installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica;
    • installazione di schermature solari esterne mobili, finalizzate alla riduzione dei consumi per condizionamento estivo;
    • coibentazione degli immobili ai fini della riduzione della dispersione termica;
    • installazione di pannelli solari termici per produzione acqua;
    • realizzazione di impianti elettrici, termici e idraulici finalizzati alla riduzione del consumo energetico (impianti di riscaldamento ad alta efficienza, sensori termici, illuminazioni led, attrezzature a classe energetica A, A+, A++, A+++)
  • acquisto di mobili e componenti d’arredo destinati alla struttura alberghiera.

Il credito di imposta è pari al 65% delle spese sostenute ed è ripartito in due rate annuali di pari importo, fino a un beneficio massimo di 200.000 €.
(Il beneficio spetta a condizione che gli interventi abbiano finalità di ristrutturazione edilizia, riqualificazione antisismica o energetica e acquisto mobili.)

TITOLO VI REGIONE PUGLIA

A fronte di una previsione minima di investimento di 80.000 Euro, il Titolo VI Regione Puglia “Aiuti per la tutela dell’ambiente” rappresenta un’importante misura agevolativa per le Piccole e Medie Imprese (PMI) che realizzano interventi finalizzati all’efficientamento e al risparmio di energia. In particolare:

40% contributo a fondo perduto;
30% mutuo a carico del Fondo Efficientamento Energetico Mutui;
30% mutuo a carico dell’Istituto di Credito finanziatore.

Gli esperti Evonat in Finanza Agevolata possono effettuare una valutazione preliminare di un eventuale progetto da candidare a tale finanziamento. Contattaci subito >>
Il risparmio di energia primaria dovrà essere almeno del 2%, attraverso interventi di efficientamento:

  • efficienza energetica;
  • cogenerazione ad alto rendimento;
  • produzione energia da fonti rinnovabili entro limiti fissati dal bando.
Spese ammissibili:
  • acquisto macchinari, impianti e attrezzature, nuovi di fabbrica;
  • opere murarie strettamente connesse all’installazione;
  • spese progettazione e direzione lavori (max 5% dell’investimento);
  • spese redazione diagnosi energetica e relazione finale dei risultati conseguiti (max 1,5% dell’investimento ammissibile e comunque non oltre i 10.000 €);
  • interventi su involucri edilizi (max 20% dell’investimento ammissibile, ma nessun limite per le aziende del settore turistico-ricettivo).

È possibile richiedere ai tecnici Evonat una visita gratuita presso la propria azienda, così da verificare con loro sia la situazione di partenza, sia le effettive possibilità di realizzazione dell’investimento. Chiamaci oggi stesso >>

SUPER- E IPER-AMMORTAMENTO

L’agevolazione spetta per beni strumentali materiali nuovi (esclusi i veicoli e gli altri mezzi di trasporto) acquistati entro il 31 dicembre 2018. Gli impianti di produzione di energia rientrano a pieno titolo nella misura.

L’ammortamento fiscalmente deducibile viene maggiorato del 30% e, se si rispettano i requisiti del protocollo “Industria 4.0”, di un complessivo 150%, portando a una sensibile diminuzione del reddito imponibile.
Il beneficio è cumulabile con le altre agevolazioni previste sugli stessi beni.

NUOVA SABATINI

Si tratta di una misura che incentiva l’acquisto di beni strumentali nuovi (macchinari, impianti e attrezzature) mediante l’erogazione di contributi in conto interessi.

I benefici possono essere cumulati con altre agevolazioni di natura fiscale.

AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

La riqualificazione energetica degli edifici può dare diritto a detrazioni Irpef (per le persone fisiche) o Ires (per le società) fino al 65% della spesa complessiva.

Spese agevolabili:

  • interventi che incidono sulla prestazione energetica dell’edificio;
  • interventi su involucri degli edifici (coperture, pavimenti, pareti esterne, finestre comprensive di infissi);
  • installazione di pannelli solari per produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine;
  • sostituzione, anche parziale, dei vecchi impianti di riscaldamento con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione, pompe di calore ad alta efficienza, impianti geotermici.

Sono detraibili sia le spese per i lavori edili relativi all’intervento di risparmio energetico, sia quelle per le prestazioni professionali necessarie per realizzare l’intervento stesso e acquisire la certificazione energetica.

Tutte le attestazioni e la documentazione necessaria ai fini dell’ottenimento delle agevolazioni saranno a cura di Evonat.
Ti servono altre informazioni? Possiamo risponderti subito>>

CONTO TERMICO 2.0

Si tratta di una misura che incentiva interventi di piccole dimensioni per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili, così da recuperare in tempi brevi parte della spesa sostenuta.

Tipi d’intervento incentivabili:

  • sostituzione impianti climatizzazione invernale esistenti con impianti anche combinati per produzione di acqua calda sanitaria, dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, alimentati da energia aerotermica, geotermica o idrotermica, insieme all’installazione di sistemi per la contabilizzazione del calore (per impianti con potenza termica utile superiore a 200 KW);
  • sostituzione impianti di climatizzazione invernale esistenti o riscaldamento serre/fabbricati rurali esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomassa, unitamente all’installazione di sistemi per la contabilizzazione del calore (per impianti con potenza termica utile superiore a 200 KW);
  • installazione impianti solari per produzione acqua calda sanitaria e/o a integrazione dell’impianto di climatizzazione invernale, anche abbinati a sistemi di solar cooling, per produzione di energia termica per processi produttivi o immissione in reti di teleriscaldamento e teleraffreddamento;
  • sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore;
  • sostituzione impianti di climatizzazione invernale esistenti con sistemi ibridi a pompa di calore.
Con Evonat chiedere non costa niente!!

Richiedici subito un preventivo o qualunque altra informazione, puoi farlo senza alcun impegno. Compila il seguente modulo oppure chiamaci subito allo 080 338 2393.

AlbergoAgriturismoVillaggio TuristicoAltro

Clicca qui per accettare le condizioni e l'Informativa sulla privacy

Related Post