Linea di Produzione PELLET da 400t/h

Produzione Pellet da linea accoppiata con cogeneratore a biomassa da cippato di legno

  • Cliente:
  • Luogo:
  • Tipologia: Impianto cogenerazione
  • Capacità totale: 400t/h
  • Data Impianto:
  • Team:

Possibile applicazione speculativa per impianti di cogenerazione

È un dato di fatto che gli impianti di cogenerazione stiano bene lì dove c’è un utilizzo e quindi un fabbisogno significativo di energia termica. Tuttavia, nel caso ci si trovasse proprio a non sapere cosa farsene di tale enorme risorsa, Evonat ha analizzato diversi casi di business in cui è realmente possibile creare un’applicazione speculativa che permetta di mettere in piedi un modello di business efficacissimo e molto interessante, sfruttando gli incentivi statali e l’efficienza derivante dall’utilizzo delle migliori tecnologie presenti sul mercato.

Analisi di Business: produzione di Pellet da linea accoppiata
con cogeneratore a biomassa da cippato di legno

Il progetto concretamente realizzato da Evonat risponde ad aspetti quali:

– il problema di costo gestione in riferimento all’essiccazione del legno umido a cui le piccole linee di produzione di Pellet sono soggette;
– ovviare ai costi di acquisto di un essiccatore, non proporzionali alla grandezza, ma con costi fissi di base notevoli;
– l’attuale penalizzazione delle piccole produzioni di Pellet;
– dare nuovo impulso al mercato nazionale del Pellet, per rispondere a una domanda in costante crescita, essendo l’Italia fra i primi consumatori al mondo di Pellet per riscaldamento domestico.

L’impianto ESPE CHiP50 + Linea di Produzione PELLET da 400t/h

Modello di business con sinergia tra produzione energetica ad alta efficienza del sistema di cogenerazione e un impianto industriale per la produzione di Pellet.

Produzione di energia da fonti rinnovabili: gassificazione di biomassa (cippato di legno usato come combustibile per la gassificazione) all’interno di un impianto in assetto cogenerativo, ovvero per produzione combinata di energia elettrica e termica.
Il “gas combustibile di sintesi” (Syngas) alimenta il gruppo di micro-cogenerazione.

Le fasi del processo

1) Produzione energetica tramite sistema di Cogenerazione ESPE CHiP50 (produzione combinata di energia elettrica e termica). L’energia elettrica viene immessa in rete beneficiando degli incentivi statati del Conto Energia. L’energia termica viene invece utilizzata per alimentare il sistema di essiccazione industriale del legno.

2) L’essiccazione industriale garantisce un tenore idrico del cippato, sia per l’utilizzo destinato all’alimentazione stessa del Sistema di Gassificazione, sia per la produzione del Pellet.

3) Produzione di Pellet per uso industriale e/o domestico, con volumi di produzione media in grado di garantire un prezzo finale competitivo per il cliente (quindi facilmente collocabile sul mercato nazionale) in quanto prodotto con sistema ad Alta Efficienza.

4) La possibilità di produrre pellet partendo da qualsiasi matrice di legno, anche da legno di ulivo per la produzione di Pellet d’ulivo o Bricchetti d’ulivo, prodotto caratterizzato da una richiesta in forte crescita (ridando così il giusto valore a una materia prima che in molte aree d’Italia è ampiamente disponibile, anche a basso costo).