Bonus sud 2018 credito d’imposta anche per il fotovoltaico

Il solare in casa, le detrazioni per il fotovoltaico nel 2018

Passare all’energia solare nel 2018: i costi attuali di un impianto e le altre importanti opportunità che il mercato sta offrendo
Le fasce di costo di un impianto fotovoltaico domestico

La riduzione dei costi dei moduli fotovoltaici e i benefici fiscali previsti per le nuove installazioni hanno decretato la completa maturità del settore: per questa ragione possiamo dire che l’installazione di un impianto fotovoltaico non è mai stata così conveniente.

Inoltre, grazie alla collaborazione con Istituti di credito convenzionati Evonat in 3 giorni ti garantisce il finanziamento che consente di avere il tuo impianto fotovoltaico chiavi-in-mano pagandolo comodamente a rate.  Di seguito, a titolo esemplificativo, i costi previsti per le varie taglie di impianto fotovoltaico domestico:

  • 3 kW > da 60 € al mese
  • 4,5 kW > da 90 € al mese 
  • 6 kW > da 115 € mese

I prezzi indicati sono già compresivi di:

  • progettazione;
  • pratiche autorizzative (con la sola esclusione di marche da bollo ed eventuali altri costi amministrativi);
  • fornitura e posa in opera di Moduli Europei ad alta efficienza, Inverter di primaria marca, Quadri e Struttura di supporto certificata;
  • collaudo e messa in servizio;
  • pratica “Scambio sul Posto” per cessione energia in eccesso;
  • garanzia 24 mesi;
  • assistenza completa post-installazione per i primi 6 mesi
  • possibilità (opzionale) di copertura assicurativa All Risk Fotovoltaico che copre i danni materiali diretti (es. eventi naturali, eventi socio-politici, furto, rapina ecc ecc.) e i danni da interruzione attività.

*Quotazioni valide per impianti realizzati nella provincia di Bari e BAT, da confermare in fase di sopralluogo (nel caso di eventuali criticità). Evonat realizza impianti fotovoltaici anche nel resto della Puglia, in Basilicata e nelle altre regioni del sud-Italia: il costo degli impianti fotovoltaici in queste regioni è oggetto di specifica preventivazione e verifica della conferma dei prezzi di cui sopra.

E con la detrazione fiscale del 50 % il costo finale risulta dimezzato: es. per impianto da 6 kW è prevista una detrazione di € 495 all’anno per 10 anni.

Prendendo come ipotesi la realizzazione di un impianto fotovoltaico da 6 kW, a un costo di € 9.900 IVA inclusa, consideriamo le seguenti ipotesi:

  • L’ impianto ha una produzione stimata di circa 9.000 kWh/anno: tale dato dipende da vari fattori tra cui principalmente il posizionamento geografico e l’orientamento dei pannelli solari, senza sottovalutare l’incidenza della qualità dei materiali scelti (moduli, inverter, ecc.)
  • Supponiamo che di questi ne vengano auto-consumati in un anno 6.000 kWh, ovvero vi sia un consistente consumo di energia nelle ore diurne, che, sommato al consumo di energia nelle ore notturne, comporti un esborso mensile pre-fotovoltaico di circa 200 €/mese.
  • L’impianto domestico beneficia della detrazione fiscale al 50% che consente di recuperare la metà del costo dell’impianto (€ 4.950 suddivisi in 10 anni).

Fatte queste premesse, avremo un risparmio annuale in bolletta di circa 1.500 €/anno (0,25 €/kWh moltiplicato per 6.000 kWh/anno).
Inoltre la detrazione fiscale del 50% garantisce un beneficio ogni anno per 10 anni del 5% del costo dell’impianto, ovvero altri 495 €/anno.

L’energia che non si riesce ad auto-consumare e che viene immessa in rete viene remunerata dal GSE – Gestore dei Servizi Energetici, attraverso lo strumento dello Scambio sul Posto: in questo caso è possibile considerare almeno altri 300 €/anno ottenuti dal GSE per l’energia elettrica immessa in rete (3.000 kWh dei 9.000 kWh prodotti).

Sommando tutti questi benefici avremmo un beneficio annuo totale di circa € 2.295, ovvero in meno di 5 anni si rientra completamente dall’investimento ipotizzato di € 9.900.

Evonat tra i suoi servizi offre anche pacchetti comprensivi di finanziamento con istituti di credito di primaria fascia convenzionati.

Nel caso specifico dell’esempio di cui sopra vi è la possibilità di ottenere in 3 giorni un finanziamento a 10 anni a un tasso del 5,95% (TAN 5,95%, TAEG 6,51%) con anticipo 0, che si traduce in una rata mensile di € 109,00, ovvero € 1.308 all’anno, importo ampiamente coperto dal beneficio di € 2.295 all’anno portato dall’impianto fotovoltaico.

  1. I nuovi inverter
    La grande novità che ha recentemente caratterizzato il mercato sono i nuovi inverter integrati con accumuli, grazie ai quali l’energia prodotta e non consumata al momento, può essere conservata, ad esempio per un utilizzo serale.
  2. Gli ottimizzatori
    Si tratta di innovativi dispositivi intelligenti in grado di far crescere la resa dell’impianto del 20/25%.
  3. Fotovoltaico + pompe di calore
    Questo abbinamento rende possibile la produzione gratuita di acqua calda, riscaldamento e climatizzazione estiva.

Senza dimenticare che gli ultimi modelli di pannelli solari durano non meno di 35 anni, per un ritorno economico che ognuno di voi potrà ben immaginare…

A chi si preoccupa dello smaltimento dei pannelli (tra 35 anni…) ricordiamo che ormai ogni produttore è iscritto a consorzi che offrono gratuitamente questo servizio.

Allo stesso modo giova ricordare che i normali impianti domestici da 3kW non determinano l’aumento del valore catastale, quindi della relativa tassazione dell’immobile.

L’esempio sopra riportato parte da ipotesi ben definite di consumo energetico domestico, che si traducono nel relativo risparmio derivante dall’installazione di un impianto fotovoltaico. Ovviamente ogni realtà domestica ha le sue abitudini ed esigenze di energia elettrica, per le quali è opportuno verificare la convenienza o meno dell’installazione di un impianto fotovoltaico.

È infatti evidente che senza un consistente consumo di energia elettrica, non vi è convenienza nell’installazione di un impianto fotovoltaico: una famiglia che consuma 50 €/mese di energia elettrica probabilmente non ha esigenza di installare un impianto fotovoltaico; se i consumi cominciano ad arrivare a 100/120 €/mese, potrebbe già essere opportuno ragionare su un impianto da 3 Kw.

L’unico presupposto per fare la scelta giusta è rivolgervi a tecnici in grado di studiare la vostra specifica esigenza e potervi così proporre una soluzione realmente “ad personam”, ovvero perfettamente su misura.

Il preventivo è gratuito ed è vostro diritto chiederne anche più di uno da fornitori diversi, includendo possibilmente anche una previsione dei progressivi guadagni nel tempo, scriveteci subito e avrete quanto prima la nostra proposta.

Contattaci per un preventivo gratuito o per approfondire le altre ipotesi di finanziamento disponibili.

Clicca qui per accettare le condizioni e l'Informativa sulla privacy

Related Post