Biomassa legnosa | cogenerazione a biomasse

Cogenerazione cippato di legno

Anche se l’utilizzo della biomassa legnosa già in forma di sottoprodotto – es. resti di potature, ramaglie e pulizia del sottobosco – per la produzione di energia termica (caldaie a biomassa) è di per sé in grado di assicurare un rapporto di costi di circa 1:5 rispetto al gpl (considerando un 30/40% di rendimento energetico del legno, con variabili da valutare caso per caso rispetto a conto termico, certificati bianchi e altre componenti quali l’eventuale costo di raccolta della biomassa stessa) è la cogenerazione a biomassa da cippato di legno a offrire un quadro di opportunità ancora più interessanti (fino al 90% del rendimento del legno!!) e, soprattutto in Italia, con margini di sviluppo decisamente ampi.

Esempio cogenerazione cippato 50 kw: costi e benefici

Ipotizziamo un investimento su una macchina tipo ESPE CHiP50 da 400 ton anno (materia prima producibile al massimo in una settimana e gestibile a livello logistico con un camion di cippato ogni 3/4 settimane): la nostra esperienza sul campo ha evidenziato come sia possibile ripagarsi in 3/4 anni l’acquisto dell’impianto abbinando l’incentivazione sulla sola componente elettrica con il risparmio di energia termica prodotta di fatto a COSTO ZERO e, nei 20 anni di durata degli incentivi, generare un flusso di cassa di oltre 1 milione di Euro.

Esempio ricavi da cogenerazione a biomassa

Dettaglio dei costi

Cogeneratore + sistema carico automatizzato + impianti + essiccatore
= 300.000 Euro circa

Costo annuo del cippato
= 30.700 Euro (473 ton)

Anticipo bancario per finanziamento operazione (20% del totale)
= 60.000 Euro

Rate per gli anni successivi = 27.000 Euro

Ricavo annuo da incentivi per energia elettrica prodotta
= 83.724 Euro

Produzione annua di energia termica = 825.000 kWht
di cui
150.000 kWht utilizzati per l’essiccazione del legno
e i restanti 675.000 kWh resi disponibili dell’utilizzatore finale
corrispondenti a energia per circa 47.000 €/anno di metano (fonte primaria fossile più economica rispetto GPL ecc ecc.)

1kg di legno produce 1kWhel e 2,25 kWhth

Hai un fabbisogno termico importante?

Realtà molto diverse tra loro quali serre, caseifici, residenze sanitarie, cliniche, alberghi, centri benessere, grazie alla cogenerazione a biomassa da cippato di legno potrebbero disporre di:
energia termica a maggiore efficienza
+ energia elettrica da rivendere al GSE
.

In alternativa, la cogenerazione a metano, con costi complessivi equivalenti al 20/30% dei suddetti, potrebbe comunque garantire un significativo risparmio sui costi di acquisto del metano e con la medesima possibilità di produrre e immettere in rete energia elettrica.

Related Post