Problemi fotovoltaico

evonat-risolvo-problemi-col-fotovoltaico“Siamo Evonat, risolviamo problemi”

Cercate qualcuno che riporti al perfetto funzionamento il vostro impianto fotovoltaico, dando risposte e soluzioni professionali a ogni tipo di problema? Leggete con attenzione questa pagina e molte cose cominceranno a essere più chiare…

I più comuni problemi del fotovoltaico

…non saranno proprio le stesse del mitico Wolf di “Pulp fiction”, ma ecco le situazioni più comuni per le quali siamo solitamente chiamati a intervenire:

  • impianti progettati, montati e/o installati da aziende (…probabilmente non tanto esperte del settore rispetto a quanto hanno lasciato credere…) che oggi non esistono più;
  • “banali” (…per chi sa di fotovoltaico…) problemi di manutenzione dell’impianto per le quali non si sa bene chi chiamare;
  • le performance dell’impianto non sono più quelle “garantite” inizialmente, probabilmente a causa di problemi di funzionamento o anche solo di mancata pulizia;
  • vi sono dubbi sulla resa produttive dell’impianto e si ha bisogno di un controllo per verificarne l’efficienza.
Un componente danneggiato
Un componente danneggiato
Nuovi sigilli per quadri di stringa
Nuovi sigilli per quadri di stringa

Il nostro lavoro da ormai molti anni sugli impianti fotovoltaici, mediante un’analisi costante degli stessi, una condivisione delle conoscenze man mano acquisite anche a livello internazionale e un progressivo miglioramento degli standard di produzione e manutenzione, permette di far fronte a ciascuno dei più comuni problemi che nel tempo possono presentarsi, come ad esempio:

  • supporti non adatti alla struttura e al tipo di pannello;
  • booster di fabbricazione scadente (non di rado soggetti a scoppio improvviso);
  • problemi agli inverter (dimensionamento, errate pinzonature, capicorda non correttamente serrati, quindi anche a rischio incendio);
  • cablaggi danneggiati (es. presenza di roditori, oppure – in particolare nelle aziende agricole e fattorie – a causa degli escrementi di animali da allevamento, fenomeni di corrosione dei cablaggi dovuti all’ammoniaca nell’aria);
  • ossidazione dei moduli;
  • parti elettriche difettose (es. errato innesto bobina del trasformatore);
  • Bypass con diodi difettosi nelle scatole di giunzione (Junction box).

ombreggiamento-impianto-fotovoltaico

Cosa si intende per hot spot fotovoltaico?

Il fenomeno del cosiddetto “hot spot fotovoltaico” è dovuto a celle difettose che, anche con basso irraggiamento si surriscaldano (come riscontrabile mediante l’uso di termocamere per effettuare termografie) in genere a causa di ombreggiamento parziale o mancata pulizia.

Va quanto prima individuato ed evitato in quanto bastano 3 celle non correttamente funzionanti a compromettere un’intera stringa.

Nel caso in cui la termografia rilevasse anomalie sui pannelli in silicio mono o policristallino sarà necessario sostituire le celle guaste oppure

 

inserire opportuni by-pass al fine di limitare le perdite. Con moduli

hot spot fotovoltaico

fotovoltaici ancora in garanzia, è possibile provvedere al reso e

termografie-inverter-e-quadri-fotovoltaico

richiedere una sostituzione gratuita.

Che cos’è l’effetto PID nel fotovoltaico?

L’effetto PID (Potential induced degradation) è quello che comporta una progressiva riduzione (fino al 70%) delle prestazioni, ma che risulta difficilmente individuabile in quanto causata da una parte della corrente elettrica generata dai moduli fotovoltaici che si sposta verso il sistema di messa a terra. Questo, a seconda della portata di tale flusso, può causare un danno reversibile (polarizzazione) o irreversibile (elettrocorrosione) ai moduli fotovoltaici.

Problemi di funzionamento dell’impianto fotovoltaico: i maggiori rischi da evitare
  1. Impianto completamente fermo, quindi non più produttivo: in questo caso è ovviamente più naturale e immediato il ricorso a referenti tecnici, al fine di riavviare quanto prima la produzione di energia.
  2. Riduzione, più o meno evidente, della resa: anche se in apparenza può sembrare una problematica meno grave rispetto al totale “fermo impianto”, l’impatto della riduzione di resa può rivelarsi invece doppiamente negativo, specie se rilevato solo dopo mesi o anni, a causa
    – della progressiva perdita di energia prodotta (quindi del mancato ritorno rispetto all’investimento iniziale);
    – dei possibili danni generali al sistema, nel caso di funzionamento non corretto di anche solo una delle parti.

Cosa fare

Per valutare se vi è stato un calo di resa dell’impianto fotovoltaico e in caso intervenire prontamente per risolvere il problema, si procede mediante analisi approfondita delle celle, nonché del comportamento generale del sistema elettrico, così da effettuare una diagnosi più accurata possibile e agire di conseguenza su qualunque possibile componente.

Un’altra causa di momentanee interruzioni di produzione di energia può essere l’alta tensione di rete, solitamente coincidente con i momenti di massima produzione nella giornata. Questi “fermo impianto” possono non essere gravi e non essere indice di difetti del sistema, ma a scanso di equivoci richiedono comunque un controllo preciso e affidabile.

Altre possibili cause di cali di performance di un impianto fotovoltaico possono essere un’eccessiva variazione di impedenza nonché deviazioni eccessive nella frequenza di rete.

Mancata pulizia dei moduli fotovoltaici o di altre parti dell’impianto

tombino-non-coperto-impianto-fotovoltaico-con-fogliameUna sporcizia anche parziale, in un impianto fotovoltaico, può essere causa di ombreggiamento di alcuni dei moduli e provocare problemi all’intero sistema.

La pulizia costante di un impianto fotovoltaico è basilare ai fini della resa dello stesso, in quanto inevitabilmente i moduli sono tutti più o meno esposti a fattori quali:
smog e/o inquinamento atmosferico
detriti e polveri varie portati dal vento;
resine e fogliame;
escrementi di uccelli.

Individuazione e risoluzione problemi a un impianto fotovoltaico: tutti i tipi d’intervento

CAMPO FOTOVOLTAICO
Ispezione visiva dei moduli fotovoltaici e verifica dell’integrità di cornici e vetri
Ispezione a campione con termocamera per verifica anomalie, hot spot, surriscaldamenti localizzati, ecc.
Rimozione di eventuali elementi oscuranti macroscopici
Controllo visivo dei cablaggi
Verifica dell’isolamento delle stringhe FV
Verifica del funzionamento elettrico delle stringhe
Misura delle tensioni di stringa a vuoto
Misura delle correnti di stringa a carico
Ispezione visiva per eventuali rotture, presenza d’acqua, ingresso cavi, corrosione dei morsetti
Ispezione visiva segni di cortocircuito e danneggiamenti meccanico cavi

QUADRI ELETTRICI

a corrente continua

  • Ispezione visiva e controllo involucro quadri di campo
  • Controllo integrità dei fusibili delle stringhe
  • Controllo degli scaricatori di sovratensione
  • Controllo serraggio morsettiere e pulizia interna
  • Verifica dell’isolamento delle stringhe FV

a corrente alternata

  • Ispezione visiva e controllo involucro
  • Controllo funzionalità della protezione di interfaccia di rete
  • Controllo dei dispositivi asserviti alla protezione (interruttori, contattori)
  • Controllo delle tensioni e correnti in uscita
  • Controllo intervento interruttori differenziali
  • Controllo serraggio morsettiere e pulizia interna
  • Controllo degli scaricatori di sovratensione
  • Controllo collegamento rete di terra
  • Verifica e misura delle temperature delle apparecchiature nei quadri in condizioni di funzionamento
  • Ispezione visiva dell’integrità e della staticità delle strutture di supporto

INVERTER

  • Ispezione visiva e controllo involucro
  • Ispezione prese d’aria di ventilazione
  • Verifica del distacco dell’inverter per mancanza rete
  • Controllo tensioni e correnti in ingresso
  • Controllo tensioni e correnti in uscita
  • Controllo ed eventuale sostituzione di lampade e fusibili
  • Controllo collegamento alla rete di terra
  • Controllo serraggio morsettiere
  • Verifica e misura delle temperature delle apparecchiature nell’inverter in condizioni di funzionamento
  • Verifica della presenza di eventuali allarmi sulla supervisione e risoluzioni degli eventuali problemi segnalati

STRUTTURE DI SOSTEGNO

  • Controlli a campione del fissaggio dei moduli e della bulloneria
  • Controllo collegamento alla rete di terra

Related Post